Crea sito

Quando pronto realizzerò un video su youtube del quadro deposizione Raffaello. Per ora metto qualche foto di come lavoro. Il quadro è finito appeso alla seconda biennale del senso e della materia. A presto con i mie tempi il video in hd.

Finalmente dopo aver perso un bel po' di tempo per aggiornarmi sui montaggi video sono riuscito a realizzane uno per cercare di avvicinarmi alla realtà. La qualità del video come delle foto che faccio lasciano desiderare. Ho perso due giorni preziosi che non mi hanno permesso di dedicarmi alla pittura. Quando passa un pò di tempo i quadri cominciano a diventare minestra riscaldata e si perde l'impeto e la creatività del momento. Ciò provoca la paura di sbagliare nel riprendere il lavoro. La creatività è istinto, coraggio e simbiosi con il soggetto che si intende dipingere non un razionale compito da svolgere in futuro. Pertanto al momento il mio più grosso problema è il tempo. La creatività la tengo a freno cercando di adattarla alle mie esigenze. Comunque mi riesce sempre più difficile tenerla a freno.

 ESCAPE='HTML'

Dopo tre anni di pittura e dopo essere riuscito con tanti sforzi e tempo spropositato a "terminare" il quadro deposizione di Raffaello che mai avrei terminato se non fossi stimolato dal partecipare al concorso biennale del senso e della materia sono orgoglioso di vederlo appeso assieme ad altri bellissimi quadri.

Ho pensato di mettermi in gioco ed esternare ad un pubblico più vasto che non sia la ristretta cerchia di amici e familiari la mia smisurata passione per l'arte. Ringrazio il Direttore artistico della biennale di Greccio, l'artista Guido Carlucci che mi ha accettato quale esordiente assoluto in una rassegna di pittori quotati e soprattutto in un contesto artistico materico sensoriale sebbene la mia opera sia classico figurativa. Ma chi ama l'arte lo fa a 360 gradi e lui più di me con la sua esperienza trentennale vede lontano, mi ha fatto l'onore di selezionarmi per questa manifestazione e lo ringrazio molto per questo senza tralasciare che mi ha colpito molto sul lato umano per la sua franchezza. Il mondo materico sensoriale è un mondo che mi affascina ma che dovro' esplorare con calma non avendo al momento le competenze tecniche per esternare completamente la mia interiorità. Il mio sogno è proprio quello di appropriarmi di un bagaglio di manualità che mi possa far volare e sognare con l'arte riuscendo a trasmettere in chi osserva la maggior parte delle emozioni che si provano nel coprire una superficie bianca.  Bene non mi va più di approfondire. Vi confesso che nonostante al momento i miei lavori siano figurativi con le mani ed polpastrelli cerco sempre un contatto fisico con le opere.

Comunque la biennale del senso e della materia si svolgerà a GRECCIO (RT) dal 27 dicembre 2015 al 10 gennaio 2015.

 

Partecipazione tra dicembre e gennaio 2017 con Artisti di Roma a "Chiese in mostra". Foto all'aperto al giardino degli aranci Roma

 ESCAPE='HTML'

La pittura come altre manifestazioni artistiche collaterali, secondo il mio modesto parere deve consentire all'autore di librarsi dalle tensioni quotidiane e rivolgersi alla parte più nascosta del proprio io ovvero la parte creativa che ognuno di noi possiede. Lasciar libero sfogo a questa parte di noi stessi, liberalizza la fantasia ed i sogni che ci rendono vivi.
Ciò non vuol dire discostarsi dalla realtà bensì di trovare un momento da dedicare alle varie fasi di realizzazione di un quadro ripartendole in un arco temporale di cui siamo gli amministratori unici di noi stessi.
Fino ad ora io personalmente ho solo assaporato in qualche occasione la gioia del momento creativo a causa dello stress correlato alla ricerca dei soggetti ed alla tecnica per dipingerli nel modo migliore possibile. Ultimamente mi faccio prendere meno da questa foga tuttavia passo da un quadro all'altro senza per ora completarne uno veramente. Non so se ciò sia giusto perchè si perde l'istintività del momento ma consente di rivedere con un'ottica diversa i quadri rilevandone imprecisioni/imperfezioni.

 

 

Working in progress del Cristo. Bisogna finire la barba. Sotto il mento i peli della barba sono raggrumati ed intrisi di sangue. Bisogna aggiungere qualche goccia e macchia di sangue. Bisogna lumeggiare la corona di spine, Modificare ed aggiungere quancosa negli occhi. Dorare le parti in rilievo della pseudo cornice intorno all'ovaloide. Finito tutto prima di dedicarsi a piccoli ritocchi di aggiustamento dati anche in velatura per questo quadro ho preso una lastra di pioppo 0,3 che voglio mettere dietro più dei bordi lungo tutto il perimetro di 1 cm modo tale di avere uno spessore tela laterale di 5 cm che pitturerò simil legno.

Ho cambiato il fondo che sebbene adorassi non creava il contrasto necessario per far emergere la figura. E' stata una scelta sofferta per la quale ho dovuto fare parecchi tentativi. Mi sembra che ora visto dal vivo possa andare.

Il dipinto sembra una tela antica di un altro secolo. Ora bisogna aggiungere un pò di luce sopra gli zigomi e sotto gli occhi. Bisognerà lavorare ancora sulla barba ed aggiungere lacrime e sangue alla figura. Comunque ora sono solo particolari il grosso è fatto.

Quando il dipinto è finito ho deciso di dargli spessore per usare la tela senza cornice con una lastra di compensato 100x80 con un bordo aggiunto di un centimetro. Il laterale andrà poi dipinto effetto color legno.

Ormai il dipinto si incammina verso la fine. Mancano alcune rifiniture ed ho provato a dargli spessore. Sotto le foto.

Il quadro è "finito" manca la firma ... ma devo fare ciglie e sopracciglie e calibrare un po il rosa del corpo. Comunque non è tanto e già cosi visto dal vivo colpisce.

 ESCAPE='HTML'
  • leda e il cigno con matite colorate
  • matite colorate
  • matite colorate
  • matite colorate
  • pastelli a olio
  • pastelli crete su carta colorata
  • prima prova olio su carta
  • gessi colorati
  • pastelli a olio
  • matite - pastelli
  • matita acquerellabile
  • gessetti colorati

Costruisci il tuo sito